Associazioni di promozione sociale e attività di culto: nessuna deroga alla disciplina urbanistica

Nella nota n. 3734 del 2019, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali chiarisce che le associazioni di promozione sociale che svolgono periodicamente attività di culto non possono esercitare l’attività in immobili non a norma con la regolamentazione urbanistica. Il parere del dicastero arriva alla luce della pronuncia emessa dal Consiglio di Stato, con la quale è stato chiarito che l’associazione di promozione sociale non può insediare un luogo di culto non occasionale o precario in aree e territori comunali non vocati definendo tale condotta “urbanisticamente scorretta”.

Da Il Quotidiano IPSOA – Area Lavoro http://bit.ly/2ICwjmw